Eventi & Iniziative

Una festa per la democrazia

By 9 Marzo 2017 Dicembre 4th, 2017 No Comments

Per la giunta piddina della nostra città, ogni “referendum” è una “festa della democrazia”. Soprattutto quelli promossi dalla compagine a cui fanno capo gli esponenti della maggioranza nei diversi livelli di potere. Quando, invece, numerosi gruppi di cittadini e forze di opposizione promuovono una consultazione referendaria per dare finalmente voce all’opinione degli elettori su tematiche come quella della cessione di AIMAG ad HERA, allora “la festa finisce” e diversi ostacoli vengono frapposti. E’ quello che sta succedendo a Carpi, dove la giunta, nonostante il parere del difensore civico regionale, ha precluso ai consiglieri comunali la facoltà di validare le firme necessarie alla richiesta formale di indizione del referendum.
Adesso, dopo una valanga di critiche e pressioni, il sindaco Bellelli ha assunto un atteggiamento più possibilista, mettendo a disposizione (così dice) un proprio assessore e un dipendente dell’ente comunale.
Resta comunque un nodo politico: la democrazia a due velocità. Quella scorrevole dei plebisciti richiesti dalla maggioranza ad ogni occasione oppure le pastoie cavillose imposte quando si tratta di consultazioni che potrebbero far saltare vecchie pianificazioni politico-affaristiche.

fotone_referendum