Cose serie dette scherzando

Infantilismi in consiglio comunale

By 14 Aprile 2017 Dicembre 4th, 2017 No Comments

Primo infantilismo.
Siamo in consiglio comunale, giovedì 23 marzo, quasi mezzanotte.
I capigruppo di tutti i partiti chiedono di discutere due mozioni con urgenza, ad argomento: concedere il potere di certificazione ai consiglieri comunali per le firme che vengono raccolte per il referendum. Ovvio che l’urgenza c’è. Determinante è il voto del PD, visto che è maggioranza.
Il segretario Reggiani, non sapendo cosa fare, rilancia, sperando che nessuno vada a vedere il suo bluff “Se volete discutere queste due mozioni , allora discutete anche le altre cinque ad argomento attinente”. Le opposizioni accettano; risultato: invece di due mozioni ne discutono sette, vanno a casa all’una. Mozioni bocciate. Ovviamente. Bella strategia, di livello calcolabile attorno ai circa 9-10 anni.

Secondo infantilismo.
Stesso consiglio comunale, stesso arco orario circa.
Il sindaco URLA che non modificherà l’articolo che concederebbe potere di certificazione ai consiglieri comunali, che se questo dovesse avvenire avrebbe ben in mente lui altri provvedimenti da aggiungere!!! ( in separata sede si sa che questi altri provvedimenti sarebbero innalzamento del quorum e aumento quasi doppio delle firme da raccogliere). Bella filosofia. Livello un po’ più elaborato, calcolabile attorno agli 11-12 anni circa