CASO GALANTINI? Un curioso fatto sociale e geologico.
gennaio 12, 2018 (No Comments) by Carpi Futura

Dove si dimostra che a tirare un sasso in modo maldestro si può provocare una valanga.

E’ un fatto che Galantini si è mosso in modo incomprensibile, come si fa a non prevedere il sommovimento che si crea affittando un appartamento a una cooperativa che gestisce rifugiati? E poco dopo che si è avuto l’esempio di quanto successo in via Carlo Marx?

L’ha fatto per soldi? Alla comunità carpigiana questo non deve importare. A noi non importa. L’ha fatto per un ideale? Anche questo alla comunità carpigiana non deve importare. A noi non importa. Ha avvisato la giunta? Non lo sapremo mai. La cosa certa è che non ha avvisato i condomini della palazzina. E noi crediamo a loro. E questo è un gesto molto superficiale.

Poi comincia a ruzzolare la valanga: il movimento 5 stelle chiede le dimissioni di Galantini (inflazionando il vocabolo stesso), poi i social, poi i giornali. Ovviamente Forza Nuova ci sguazza in tanta pubblicità e organizza la propria manifestazione a Fossoli, davanti all’appartamento affittato, esattamente come fece in via Carlo Marx.

E la valanga tocca il suo massimo volume: il sindaco Bellelli nota che l’appartamento è a 600 metri dal campo di concentramento (come se questo fosse il problema) e scrive a Minniti !! Proprio così, per otto persone ferme in piedi davanti a una casa con tanto di autorizzazione in tasca. Quello stesso sindaco che, invitato da noi qualche mese fa a unirsi ad alcuni sindaci del reggiano che scrivevano al ministro per chiedere maggiore sicurezza, ci rispose che lui queste cose non le faceva.

E la valanga è arrivata al telegiornale e al parlamento.

Avevamo deciso di non aggiungere la nostra quota di spinta a questo ruzzolone, ma evidentemente questo si presta ad essere interpretato da ognuno a modo proprio. E allora, signori di Forza Nuova, il fatto che noi riteniamo che tanti interpreti di questa vicenda siano sprovveduti e demagoghi non vi autorizza a pensare che condividiamo il vostro operato. Non è questo il nostro stile comunicativo. E sul complesso problema dell’immigrazione riteniamo ci si debba muovere con altrettanta complessità e articolazione, non con coreografie notturne.

Si salva qualcuno in tutto questo melodramma carpigiano? Solo i condomini della palazzina, per tutti gli altri vediamo solo una recita pre-elettorale.

Aggiungiamo, caso mai ce ne fosse ancora bisogno, che Carpi Futura è da sempre lontana da ogni estremismo, da qualsiasi parte provenga.

Firmato

CARPI FUTURA

integration-1777532_1280

 

Commenti

Commenti

Contribuisci

Sostieni Carpi Futura

amo_carpi

Il tuo sostegno ci è indispensabile per dare continuità ai progetti di Carpi Futura .
Colleghiamo i dati per fare trasparenza, li distribuiamo per innescare partecipazione.
Costruiamo strumenti liberi e proposte concrete per “aprire la politica”.

IBAN IT81M0538723300000002250555

Commenti

Commenti

CASO GALANTINI? Un curioso fatto sociale e geologico.
gennaio 12, 2018 (No Comments) by Carpi Futura

Dove si dimostra che a tirare un sasso in modo maldestro si può provocare una valanga.

E’ un fatto che Galantini si è mosso in modo incomprensibile, come si fa a non prevedere il sommovimento che si crea affittando un appartamento a una cooperativa che gestisce rifugiati? E poco dopo che si è avuto l’esempio di quanto successo in via Carlo Marx?

L’ha fatto per soldi? Alla comunità carpigiana questo non deve importare. A noi non importa. L’ha fatto per un ideale? Anche questo alla comunità carpigiana non deve importare. A noi non importa. Ha avvisato la giunta? Non lo sapremo mai. La cosa certa è che non ha avvisato i condomini della palazzina. E noi crediamo a loro. E questo è un gesto molto superficiale.

Poi comincia a ruzzolare la valanga: il movimento 5 stelle chiede le dimissioni di Galantini (inflazionando il vocabolo stesso), poi i social, poi i giornali. Ovviamente Forza Nuova ci sguazza in tanta pubblicità e organizza la propria manifestazione a Fossoli, davanti all’appartamento affittato, esattamente come fece in via Carlo Marx.

E la valanga tocca il suo massimo volume: il sindaco Bellelli nota che l’appartamento è a 600 metri dal campo di concentramento (come se questo fosse il problema) e scrive a Minniti !! Proprio così, per otto persone ferme in piedi davanti a una casa con tanto di autorizzazione in tasca. Quello stesso sindaco che, invitato da noi qualche mese fa a unirsi ad alcuni sindaci del reggiano che scrivevano al ministro per chiedere maggiore sicurezza, ci rispose che lui queste cose non le faceva.

E la valanga è arrivata al telegiornale e al parlamento.

Avevamo deciso di non aggiungere la nostra quota di spinta a questo ruzzolone, ma evidentemente questo si presta ad essere interpretato da ognuno a modo proprio. E allora, signori di Forza Nuova, il fatto che noi riteniamo che tanti interpreti di questa vicenda siano sprovveduti e demagoghi non vi autorizza a pensare che condividiamo il vostro operato. Non è questo il nostro stile comunicativo. E sul complesso problema dell’immigrazione riteniamo ci si debba muovere con altrettanta complessità e articolazione, non con coreografie notturne.

Si salva qualcuno in tutto questo melodramma carpigiano? Solo i condomini della palazzina, per tutti gli altri vediamo solo una recita pre-elettorale.

Aggiungiamo, caso mai ce ne fosse ancora bisogno, che Carpi Futura è da sempre lontana da ogni estremismo, da qualsiasi parte provenga.

Firmato

CARPI FUTURA

integration-1777532_1280

 

Commenti

Commenti

Contribuisci

Sostieni Carpi Futura

amo_carpi

Il tuo sostegno ci è indispensabile per dare continuità ai progetti di Carpi Futura .
Colleghiamo i dati per fare trasparenza, li distribuiamo per innescare partecipazione.
Costruiamo strumenti liberi e proposte concrete per “aprire la politica”.

IBAN IT81M0538723300000002250555

Commenti

Commenti